Calendar

Condividi le Giornate Mondiali
Mag
28
Ven
Giornata mondiale contro la Sclerosi Multipla
Mag 28 giorno intero

La giornata mondiale per la SM si celebra il 28 maggio ed è promossa dalla Federazione Internazionale Sclerosi Multipla (MSIF) è l’unica campagna globale per aumentare la consapevolezza sulla SM. Il tema della campagna 2014 è “l’accessibilià “: che si tratti di accesso alle cure sanitarie, al supporto, al lavoro o allo studio, ci sono molte barriere all’accesso che le persone con la SM affrontano nella loro vita quotidiana.

La campagna per la Giornata Mondiale sulla SM mira a far passare quattro messaggi chiave, per aumentare la consapevolezza e la conoscenza generale sulla SM:

1) Non si conosce la causa della SM né la cura definitiva
2) La SM viene di solito diagnosticata fra i 20 €“ 40 e dura una vita intera
3) I sintomi della SM variano da persona a persona. Questo rende imprevedibile la vita con la SM
4) Servizi e trattamenti stanno migliorando per le persone con SM ma non per tutti né in modo equo

Il sito della campagna è disponibile su www.worldmsday.org

La Multiple Sclerosis International Federation (MSIF) è un organismo internazionale, fondata nel 1967, che coordina e rende interscambiabile il lavoro di 42 Associazioni Sclerosi Multipla sparse nel mondo con lo scopo di migliorare la qualità  della vita delle persone con SM. Allo stesso tempo sostiene la ricerca per arrivare a una migliore comprensione della SM e trovare migliori e nuovi trattamenti

fonte: www.aism.it

Condividi le Giornate Mondiali
Giu
25
Ven
Giornata mondiale della vitiligine
Giu 25 giorno intero

Il 25 Giugno e’ la Giornata mondiale della Vitiligine. L’1% della popolazione mondiale soffre di vitiligine. Michael Jackson, Francesco Cossiga ne erano affetti. Winnie Harlow, la modella nera dalle macchie bianche, testimonial di Diesel & Disegual, Luca Marin, Mara Maionchi tutt’ora ci convivono. E’ un’occasione per conoscere meglio questa patologia.

Che cos’è la Vitiligine?
La vitiligine, in dermatologia nota anche col termine scientifico Chloasma album, è un’alterazione cutanea caratterizzata da chiazze non pigmentate, ovvero macchie bianche che tendono, in maniera irregolare ma spesso simmetrica, ad aumentare in dimensioni ed in numero con la possibilità di confluire le une con le altre, talvolta in forme bizzarre. Si calcola che lo 0.5-2% della popolazione mondiale ne sia affetto, senza significative differenze di sesso o etnia. Il colore della nostra pelle è notoriamente legato in gran parte alla melanina, tramite un rapporto di proporzionalità diretta: maggiore è la concentrazione di tale pigmento, più scura appare la pelle.

Quali sono le cause?
Nel 1879 Moritz Kaposi osservò e descrisse per la prima volta il nesso tra la vitiligine e la mancanza di granuli di pigmento nella rete cellulare profonda, nonché l’iperpigmentazione ai bordi delle macchie bianche.Tra le svariate cause ipotizzate circa la scomparsa dei melanociti in presenza della vitiligine, quella che da molto tempo a questa parte gode di maggior credito nella comunità medico-scientifica è senz’altro la teoria autoimmune.

Vitiligine e Tiroide
Nonostante il meccanismo dell’attività degli ormoni tiroidei sulla cute risulti ancora non del tutto spiegato, è comunque noto l’insieme degli effetti fondamentali dei primi circa lo sviluppo ed il corretto mantenimento fisiologico della seconda. Nello specifico, gli ormoni tiroidei siglati T3 e T4, in sinergia con la calcitonina, giocano un ruolo primario nella regolazione delle normali funzioni cutanee quali il consumo di ossigeno, la sintesi proteica a livello epidermico, lo spessore cutaneo, la crescita dei capelli, la secrezione sebacea, la regolazione della divisione, della differenziazione e del ricambio cellulare.

fonte www.medimagazine.it

Condividi le Giornate Mondiali
Giu
29
Mar
Giornata mondiale della sclerodermia
Giu 29 giorno intero

Il 29 Giugno La FESCA (Federazione Europea per la Sclerodermia) celebra la Giornata mondiale della sclerodermia insieme alle associazioni Europeee ed Italiane: GILS, AILS, ASSMAF che si occupano di Sclerodermia ed anche AS.MA.RA Onlus Sclerodermia ed altre Malattie Rare “Elisabetta Giuffrè” che ha condiviso l’iniziativa con il Presidende di Fesca, per stare vicino a tutti coloro che sono stati colpiti da questa patologia e per ricordare il grande artista svizzero Paul Klee che era affetto da Sclerodermia. Questa Malattia ha influenzato fortemente l’arte creativa dell’artista, infatti nelle sue opere si nota una evidente irrequietezza per le forme, i tratti disegnati e per i colori forti usati.

fonte: www.asmaraonlus.org

Condividi le Giornate Mondiali
Set
7
Mar
Giornata mondiale di sensibilizzazione sulla distrofia muscolare di Duchenne
Set 7 giorno intero

Ogni 7 settembre, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Mondiale di sensibilizzazione sulla distrofia muscolare di Duchenne (WDAD), un’importante iniziativa promossa da World Duchenne Organization e coordinata a livello italiano da Parent Project aps. L’obiettivo della Giornata è sensibilizzare su questa malattia genetica che porta alla progressiva degenerazione muscolare.

La prima edizione della WDAD si è svolta il 7 settembre 2014: a partire da quel momento l’evento è cresciuto e ha coinvolto organizzazioni di pazienti di diversi paesi, istituzioni, famiglie, clinici, ricercatori, personaggi pubblici e la società civile. Un elenco aggiornato è disponibile sul sito www.worldduchenneday.org

 

fonte telethon.it

Condividi le Giornate Mondiali
Set
8
Mer
Giornata mondiale della fisioterapia
Set 8 giorno intero

L’8 settembre è la Giornata mondiale della fisioterapia. Il fisioterapista svolge la sua attività  di studio, didattica e consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze professionali; attraverso la formazione complementare, integra la formazione di base nel corso della sua carriera professionale.
L’attività  professionale viene svolta in strutture sanitarie, pubbliche o private come anche le farmacie, in regime di dipendenza o come libero professionista.
La World Confederation for Physical Therapy (WCPT) è l’organizzazione internazionale che rappresenta i fisioterapisti nel mondo, promuovendo l’attività  professionale. La WCPT è membro della WHPA (alleanza mondiale delle professioni sanitarie) insieme alle altre organizzazioni che rappresentano i farmacisti, gli infermieri, i medici e i dentisti.

fonte: Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Set
15
Mer
Giornata mondiale della consapevolezza sul linfoma
Set 15 giorno intero

La Giornata mondiale per la consapevolezza sul linfoma si tiene ogni anni il 15 settembre ed è una giornata dedicata alla crescita della consapevolezza sul linfoma, una forma crescente di cancro. E’ una iniziativa globale organizzata dalla Lymphoma Coalition, una rete di organzzazioni no-profit  di 49 gruppi di pazienti in 36 nazioni nel mondo.

In italia si tiene la Giornata Nazionale contro le leucemie, linfomi e mieloma che si celebra il 21 giugno a cura dell’AIL.

Condividi le Giornate Mondiali
Set
21
Mar
Giornata mondiale dell’Alzheimer
Set 21 giorno intero

Si celebra il 21 settembre la Giornata Mondiale Alzheimer.

Istituita nel 1994 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e Alzheimer’s Disease International (ADI), ha rappresentato il culmine del Mese Mondiale Alzheimer, ideato tre anni fa da ADI per meglio contrastare l’emarginazione sociale legata alla malattia. La Federazione Alzheimer Italia, rappresentante di ADI per il nostro Paese, ha organizzato numerose iniziative in molte città italiane che si sono affiancate agli eventi in programma in tutto il mondo.

fonte http://www.osservatoriomalattierare.it

Condividi le Giornate Mondiali
Set
28
Mar
Giornata mondiale contro la Rabbia
Set 28 giorno intero

L’Organizzazione mondiale della sanità promuove un’iniziativa di sensibilizzazione sul problema della rabbia con la Giornata mondiale della rabbia che ricorre il 28 settembre, per promuoverne la prevenzione e nuove strategie di controllo della diffusione di questa malattia. La rabbia continua a rappresentare un rilevante problema di sanità pubblica per molti paesi, ogni anno nel mondo muoiono 55 mila persone, è una malattia contagiosa che colpisce tutti gli animali a sangue caldo, tra cui anche l’uomo, con esito mortale.

Gli stati europei hanno messo in campo molte risorse per arginare il diffondersi di questa malattia sia nei confronti della forma silvestre, che è limitata all’ambiente selvatico, sia nei confronti della forma urbana diffusa nell’ambiente cittadino. L’epizoozia che ha colpito da pochi anni il nord-est del nostro paese è la rabbia silvestre: ha infettato animali selvatici quali volpi, tassi, caprioli, o altri animali che per vari motivi erano a contatto con l’ambiente rurale come cani, gatti, bovini, ovini ed equidi. Il fronte della malattia si è stabilizzato a est dell’Adige: è giunto nel nostro paese avanzando improvvisamente in pochi mesi dalle zone di confine con Austria, Slovenia e Croazia tramite gli spostamenti di volpi infette. Il virus, benché mortale anche per gli animali, riesce ad adattarsi all’ospite che lo diffonde prima di esserne vittima. La volpe è stata indicata come animale simbolo per la diffusione della rabbia essendo molto sensibile nei confronti del virus, ma in altri continenti esistono anche animali diversi, quali pipistrelli e sciacalli, che fungono da serbatoio del virus stesso. Il sintomo che più si evidenzia negli animali è il cambiamento di “umore”: l’animale selvatico perde la sua diffidenza e si lascia avvicinare dall’uomo, l’animale domestico diventa aggressivo. Si raccomanda di non dare confidenza agli animali selvatici che, nelle zone infette e a rischio, familiarizzano con le persone.

Per contrastare il diffondersi della malattia si è proseguito nelle vaccinazioni orali delle volpi: è stata effettuata, nelle zone a rischio, la vaccinazione a tappeto degli animali domestici che possono entrare in contatto con l’ambiente silvestre, tra cui tutti i cani e gatti presenti. La pratica vaccinale è altresì attuata in caso di spostamento di cani e gatti all’estero anche al seguito di viaggiatori. Alcuni stati non forniscono dati sui casi di rabbia, si ritiene quindi che questa malattia sia più diffusa di quanto documentato, per cui chi viaggia deve prestare particolare attenzione agli animali domestici e selvatici presenti nel paese ospitante, informandosi preventivamente sulle sue condizioni sanitarie: s’invita specialmente i cacciatori e i viaggiatori con animali al seguito di verificare lo stato vaccinale e sanitario dei propri animali, prima e dopo lo spostamento. Altra categoria di persone a rischio sono i partecipanti a viaggi “natura” in paesi esotici.

La prevenzione della malattia si basa su semplici azioni igienico sanitarie quali pulizia personale, evitare di toccare animali o liquidi biologici di animali sospetti, specialmente quelli che sono indicati come potenziali portatori del virus. Per il contagio deve esserci un contatto fisico con l’agente infettivo, che è facilitato dalla presenza di vie di ingresso quali ferite, abrasioni, tagli anche di poco conto come screpolature alle dita. La vaccinazione umana preventiva è indicata in particolari situazioni di rischio, non è una pratica semplice e deve essere attuata presso centri specializzati. In caso di sospetto contagio il trattamento vaccinale e sierologico deve essere praticato quanto prima in quanto non sortisce alcun effetto quando sono comparsi i sintomi nervosi. Nella tempestività del trattamento anche la localizzazione della via d’infezione è importante: è tanto più pericolosa quanto più è vicina a fasci nervosi come nel volto.

fonte www.gosalute.it

Condividi le Giornate Mondiali
Giornata mondiale del sordo
Set 28 giorno intero

La Giornata mondiale del sordo si celebra ogni anno l’ultima domenica di settembre.
Per convenzione su questo sito viene indicata il 28 settembre.

Storia
La prima giornata fu organizzata il 28 settembre 1958, in memoria per la fondazione del World Federation of the Deaf del 1951, a Roma.
L’iniziativa si sviluppa in ogni Nazione almeno in presenza di un’Associazione dei sordi ufficialmente riconosciuta dai propri Governi.

In Italia è peresente la storica associazione dei Sordi l’Ente Nazionale Sordi, dal 1932 ad oggi. Ha organizzato per la prima volta la 1a Giornata dei sordi, proprio a Roma il 28 settembre del 1958 in ricordo del primo Congresso mondiale dei sordi e della nascita del WFD.

La Giornata mondiale dei sordi mostra al mondo intero l’orgoglio dei sordi e le proprie culture e i modi di uso dei sordi di ogni Nazione appartenente. Sensibilizza l’opinione pubblica per una totale integrazione dei sordi, sensibilizza l’opinione pubblica e i Governi per un riconoscimento legislativo della LIS per favorirne l’insegnamento ai bambini Sordi e non.

fonte Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Set
29
Mer
Giornata mondiale del cuore
Set 29 giorno intero

La Giornata mondiale del cuore, si tiene il 29 settembre ed è organizzata dalla World Heart Federation e co-sponsorizzata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità , l’UNESCO, la United Nations Sport for Development and Peace initiative e l’International Year of Sport and Physical Education, è una campagna mondiale che si tiene dal 2000 con lo scopo di aumentare la consapevolezza riguardo alla salute in ambito cardiologico e la prevenzione delle patologie cardio-cerebro-vascolari.

fonte Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
10
Dom
Giornata mondiale della salute mentale
Ott 10 giorno intero

Il 10 ottobre di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Salute Mentale, così come stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità . In collaborazione con la Federazione Mondiale della Salute Mentale e con i Ministeri della Salute dei vari Paesi, vengono promosse moltissime iniziative volte a diffondere le informazioni necessarie in merito alle tematiche più urgenti a proposito del benessere emotivo e psicologico.

Uno degli obbiettivi più pressanti da raggiungere e che le associazioni si prefiggono, è quello di sconfiggere la piaga dei tabù che spesso circonda la malattia mentale: tante campagne di sensibilizzazione mirano proprio a combattere l’indifferenza, e spesso anche la vergogna, in cui i malati si ritrovano a vivere. E d’altra parte la malattia mentale è stata per secoli ingabbiata in tutta una serie di superstizioni e paure, anche di ignoranza se vogliamo, e solo recentemente ha beneficiato di un approccio più scientifico e razionale.

fonte http://salute.leonardo.it

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
11
Lun
Giornata mondiale delle case di cura e delle cure palliative
Ott 11 giorno intero

La Giornata mondiale delle case di cura e delle cure palliative, è un giorno unificato per celebrare e supportare le case di cura e le cure palliative in tutto il mondo e si celebra il secondo sabato di ottobre (in questo sito per convenzione abbiamo indicato la data del 11 ottobre).

fonte  www.thewhpca.org

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
14
Gio
Giornata mondiale della vista
Ott 14 giorno intero

La Giornata mondiale della vista si celebra ogni anno il secondo giovedì del mese di ottobre. Nel sito abbiamo inserito convenzionalmente il 14 ottobre.

è promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità  (OMS) ed è sostenuta attivamente a livello planetario dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità -IAPB (di cui esiste una Sezione italiana) e dall’Unione mondiale dei ciechi (in Italia l’UICI). Si concentra sulla prevenzione di malattie oculari che, se non curate, possono pregiudicare la qualità  visiva: secondo l’OMS circa l’80% dei casi di cecità  sono prevenibili. Stando agli ultimi dati ufficiali della stessa Organizzazione mondiale della sanità  sulla Terra vivono 39 milioni di ciechi e 246 milioni di ipovedenti, generalmente anziani.

econdo l’Oms vivono nel mondo vivono 18,9 milioni di bambini affetti da un handicap visivo grave: 17,5 milioni ipovedenti e 1,4 milioni ciechi. Nell’infanzia uno dei problemi più gravi, nei Paesi in via di sviluppo, è la carenza di vitamina A (per alimentazione insufficiente), che a livello oculare provoca una patologia chiamata xeroftalmia. Negli Stati di maggior benessere, invece, uno dei rischi maggiori che corrono i più piccoli è l’occhio pigro (ambliopia), a causa del quale si può perdere la funzionalità  di un occhio senza esserne a conoscenza. Qualunque vizio refrattivo (ipermetropia, astigmatismo, miopia) è, inoltre, importante che venga corretto precocemente.

Proprio allo scopo di scongiurare le malattie oculari, sono fondamentali una diagnosi e un trattamento precoci, come ripetutamente messo in evidenza dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità -IAPB Italia onlus: il Ministero della Salute italiano ha istituito una Commissione Nazionale per la Prevenzione della Cecità , recependo una richiesta avanzata dall’OMS.

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
16
Sab
Giornata mondiale dell’alimentazione
Ott 16 giorno intero

La Giornata mondiale dell’alimentazione ha avuto luogo per la  prima volta il 16 ottobre del 1981.
Il 16 ottobre di ogni anno l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione per commemorare l’anniversario della sua fondazione, avvenuta il 16 ottobre 1945.

Gli obiettivi della Giornata mondiale dell’alimentazione sono i seguenti:

  • sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame nel mondo;
  • stimolare l’attenzione per la produzione alimentare agricola e gli sforzi nazionali, bilaterali, multilaterali e non governativi diretti a tale scopo;
  • promuovere il trasferimento di conoscenze tecniche ai paesi in via di sviluppo;
  • rafforzare la solidarietà  internazionale e nazionale nella lotta contro la fame, la malnutrizione e la povertà , ed attirare l’attenzione sui risultati ottenuti nello sviluppo alimentare ed agricolo;
  • incoraggiare la partecipazione delle popolazioni rurali, in particolare le donne e le categorie meno favorite, ai processi decisionali ed alle attività  che influenzano le loro condizioni di vita.;
  • incoraggiare la cooperazione economica e tecnica tra i paesi in via di sviluppo.
Condividi le Giornate Mondiali
Ott
18
Lun
Giornata mondiale della menopausa
Ott 18 giorno intero

La Società Internazionale della Menopausa (IMS), in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha designato il 18 Ottobre come la Giornata Mondiale della Menopausa , nata con lo scopo di far conoscere sempre meglio questo periodo fisiologico e naturale della vita di una donna, ed offrire così l’occasione per informare tutte le donne sui cambiamenti, ma anche le problematiche, che si verificano durante la menopausa.

La menopausa non è una malattia ma un momento fisiologico della vita della donna che coincide con il termine della sua fertilità. Tuttavia in questo periodo della vita alcune donne accusano dei disturbi per i quali esistono cure e rimedi utili a garantire loro comunque una buona qualità di vita.

Per fare chiarezza c’è da dire che il periodo della menopausa si compone generalmente di tre fasi:

  • la perimenopausa, che fa riferimento alla fase di transizione, in cui si avvertono le prime variazioni dovute alla diminuzione della produzione ormonale, soprattutto sulla regolarità del ciclo mestruale;
  • la menopausa, quella vera e propria, che può causare sintomi come vampate di calore, atrofia muscolare, secchezza vaginale, sudorazione notturna, sonno disturbato e aumento di peso;
  • la postmenopausa, in cui molti dei sintomi della fase precedente, nella maggior parte delle donne, si attenuano, ma si registra un aumento del rischio di malattie come l’osteoporosi e disturbi cardiaci.

La menopausa si verifica tra i 45 ed 55 anni di età, ma non sono rare menopause precoci e tardive. Già alcuni mesi prima della cessazione delle mestruazioni si osservano alterazioni del ciclo mestruale (mestruazioni ravvicinate e abbondanti oppure più distanziate tra di loro). Nello stesso periodo le ovaie cessano la loro attività e, di conseguenza, diminuisce nel sangue la quantità degli estrogeni, cioè di quegli ormoni prodotti fino allora dalle ovaie.

Quando calano gli estrogeni la donna è più esposta al rischio di alcune malattie serie

La diminuzione degli estrogeni può provocare alcuni disturbi e sintomi, sia di natura neurovegetativa (vampate di calore, sudorazioni profuse, palpitazioni e tachicardia, sbalzi della pressione arteriosa, disturbi del sonno, vertigini, secchezza vaginale e prurito genitale), sia di natura psicoaffettiva (irritabilità, umore instabile, affaticamento, ansia, demotivazione, disturbi della concentrazione e della memoria, diminuzione del desiderio sessuale).

Le conseguenze più importanti del calo degli estrogeni sono:

  • l’aumento del rischio cardiovascolare (infarto cardiaco, ictus cerebrale, ipertensione),
  • le patologie osteoarticolari, in particolare  l’aumento dell’incidenza dell’osteoporosi.

Fino alla menopausa, infatti, le donne hanno un rischio cardiovascolare inferiore a quello degli uomini perché gli estrogeni prodotti dalle ovaie garantiscono una minore quantità di colesterolo nel sangue. Le malattie cardiovascolari rappresentano, inoltre, la principale causa di morte per la donna in menopausa, superando di gran lunga tutte le forme di neoplasie, compreso il cancro della mammella.

Non dobbiamo inoltre sottovalutare l’aumento del peso corporeo, che si verifica in misura variabile in tutte le donne in menopausa e rappresenta un problema in più del 50% delle donne oltre i 50 anni.  La carenza estrogenica condiziona, insieme all’età, un rallentamento del metabolismo in generale e aumenta l’appetito con una distribuzione del grasso corporeo “a mela”, cioè a livello della cintura, un sede tipica del sesso maschile, che comporta maggior rischio cardio-vascolare.

Rispetto al passato, oggi le donne affrontano con maggior positività questa fase della loro vita, grazie anche alla disponibilità di diversi strumenti d’aiuto. Uno di questi è certamente la Terapia Ormonale Sostitutiva (TSO), trattamento farmacologico che ha lo scopo di ridurre la sintomatologia legata alla menopausa.

Per molte donne, infatti, un’appropriata terapia ormonale, pianificata e monitorata con cura, può aumentare la vita media e migliorare, in modo significativo, la qualità di vita degli anni postmenopausali. In tal modo è possibile rendere prevenibili le patologie cronico-degenerative, le loro complicanze e i tumori.

fonte Pinkitalia.it

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
24
Dom
Giornata internazionale per la Polio
Ott 24 giorno intero

Giornata internazionale della Polio: Spazzare via una volta per tutte la poliomielite, la malattia virale inabilitante, è possibile con un minimo sforzo economico “un vaccino costa meno di un euro” e impegno da parte di tutti.

Il lancio dell’Iniziativa Globale per l’Eradicazione della Polio da parte del Rotary insieme a OMS, UNICEF e Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie degli Stati Uniti nel mondo è avvenuto nel 1988. Da allora, il numero di nuovi casi di polio che si verificano ogni anno è precipitato di oltre il 99%, rispetto a quanto accadeva negli anni ’80, quando la malattia colpiva circa 350mila bambini all’anno.
Da questi numeri così elevati di un tempo, si pensi che in tutto il 2012 sono stati registrati soltanto 223 nuovi casi. E questo perché sono più di due miliardi i bambini che sono stati immunizzati, in 122 Paesi, con il risultato di essere riusciti a prevenire ben 5 milioni di casi di paralisi e 250mila morti.

Se poi si può essere tentati di pensare che la Polio sia un problema dei Paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, si è in errore, perché il tema delle malattie endemiche è di grande attualità  anche per i Paesi a vaccinazione totale della popolazione come il nostro in ragione dei continui flussi migratori che minano la raggiunta stabilità  sanitaria.

fonte www.rotarybolognanord.it

Condividi le Giornate Mondiali
Ott
29
Ven
Giornata mondiale dell’Ictus cerebrale
Ott 29 giorno intero

Il 29 ottobre si celebra la Giornata mondiale dell’ictus cerebrale.

L’ictus cerebrale (letteralmente ‘colpo’) è una lesione cerebro-vascolare causata dall’interruzione del flusso di sangue al cervello dovuta a ostruzione o a rottura di un’arteria. Quando un’arteria nel cervello scoppia o si ostruisce, fermando o interrompendo il flusso di sangue, i neuroni, privati dell’ossigeno e dei nutrimenti necessari anche solo per pochi minuti, cominciano a morire.
Come un attacco di cuore, l’ictus può colpire improvvisamente, spesso senza preavviso e senza dolore.

è la terza causa di morte e la prima causa di invalidità  al mondo.

fonte www.aliceitalia.org

Condividi le Giornate Mondiali
Giornata mondiale della Psoriasi
Ott 29 giorno intero

La Psoriasi è stata iscritta nel Calendario dell’OMS come malattia cronica e invalidante, per questo dal 2004 si svolge, in tutto il mondo, La Giornata Mondiale della Psoriasi ogni 29 ottobre.

Organizzata ogni anno, questa giornata è dedicata alle persone affette da psoriasi e da artropatia psoriasica. Ideata dai pazienti, per i pazienti, la Giornata Mondiale è un evento globale nato con l’obiettivo di dare una voce unitaria ed internazionale ai circa 150 milioni di psoriasici in tutto il mondo.

Organizzata sotto forma di un consorzio globale di associazioni di pazienti di tutto il mondo, la “Giornata Mondiale della Psoriasi” vuole destare l’attenzione dell’opinione pubblica, dei media e della classe politica, su una patologia dal forte impatto psicologico e sociale, che ha bisogno di essere considerata più seriamente dalle autorità  nazionali ed internazionali.

In Italia, dove le persone affette da questa patologia sono circa 3 milioni, l’A.DI.PSO. (Associazione per la Difesa degli Psoriasici) si propone di educare e informare sia i malati sia il pubblico con lo scopo di evitare falsi pregiudizi e pesanti discriminazioni sociali. Tutto ciò viene fatto grazie all’opera costante e volontaria dei Rappresentanti regionali A.DI.PSO. che, nelle maggiori Piazze italiane, distribuiscono materiale informativo, coadiuvati e supportati dalla professionalità  di Medici Specialisti.

fonte www.adipso.org

Condividi le Giornate Mondiali
Nov
12
Ven
Giornata mondiale contro la Polmonite
Nov 12 giorno intero
il 12 novembre è la Giornata Mondiale contro la Polmonite (World Pneumonia Day), giorno in cui  l’UNICEF chiede un maggiore sforzo per debellare questa malattia, che potrebber essere prevenuta e curata con strumenti poco costosi.
La polmonite è la principale malattia killer dei bambini sotto i 5 anni, a livello mondiale. Miete il 18% delle circa 6,9 milioni di vittime infantili che ogni anno muoiono per malattie curabili e cause prevenibili. Ogni 25 secondi un bambino muore di polmonite: circa 3.400 decessi al giorno, 1,3 milioni l’anno.
fonte www.unicef.it
Condividi le Giornate Mondiali
Nov
14
Dom
Giornata mondiale del diabete
Nov 14 giorno intero

E’ promossa dalla International Diabetes Federation (www.idf.org) e riconosciuta dall’Onu, la Giornata Mondiale del Diabete è celebrata in tutto il mondo ogni anno il 14 novembre. La Giornata del Diabete è il più grande evento di sensibilizzazione e informazione organizzato in Italia sul diabete.

La Giornata Mondiale del Diabete è organizzata da migliaia di Volontari: persone con diabete, medici e infermieri che organizzano eventi in quasi 500 città  d’Italia. Il coordinamento delle iniziative è svolto da Diabete Italia.

fonte http://www.giornatadeldiabete.it

Condividi le Giornate Mondiali
Nov
17
Mer
Giornata mondiale dei nati prematuri
Nov 17 giorno intero

La Giornata mondiale dei nati prematuri (World Prematurity Day) si celebra il 17 novembre di ogni anno per aumentare la consapevolezza circa i nati prematuri. Si calcola che 15 milioni di bambini nascano prematuri ogni anno, più o meno un bambino su 10 nel mondo.

La prima celebrazione internazionale fu indetta da un’organizzazione europea di genitori nel 2008. La giornata mondiale si celebra dal 2011.

fonte Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Dic
1
Mer
Giornata mondiale contro l’AIDS
Dic 1 giorno intero

La Giornata mondiale contro l’AIDS, indetta ogni anno il 1 dicembre, è dedicata ad accrescere la coscienza della epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV. Dal 1981 l’AIDS ha ucciso oltre 25 milioni di persone, diventando una delle epidemie più distruttive che la storia ricordi. Per quanto in tempi recenti l’accesso alle terapie e ai farmaci antiretrovirali sia migliorato in molte regioni del mondo, l’epidemia di AIDS ha mietuto circa 3,1 milioni di vittime nel corso del 2005 (le stime si situano tra 2,9 e 3,3 milioni), oltre la metà  delle quali (570.000) erano bambini.

L’idea di una Giornata mondiale contro l’AIDS ha avuto origine al Summit mondiale dei ministri della sanità  sui programmi per la prevenzione dell’AIDS del 1988 ed è stata in seguito adottata da governi, organizzazioni internazionali ed associazioni di tutto il mondo.

Dal 1987 al 2004 la Giornata mondiale contro l’AIDS è stata organizzata dall’UNAIDS, ovvero dall’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa della lotta all’AIDS, la quale, in collaborazione con altre organizzazioni coinvolte, ha scelto di volta in volta un “tema” per la Giornata. Dal 2005 l’UNAIDS ha demandato la responsabilità  dell’organizzazione e gestione della Giornata Mondiale alla WAC (The World AIDS Campaign), un’organizzazione indipendente, che ha scelto come tema per l’anno – e fino al 2010 – Stop AIDS: Keep the Promise (ovvero “Fermare l’AIDS: manteniamo la promessa”) tema che non è strettamente legato alla Giornata Mondiale ma che rispecchia l’impegno quotidiano della WAC.

fonte Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Dic
3
Ven
Giornata internazionale delle persone con disabilità
Dic 3 giorno intero

La Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità  del 3 dicembre è stata istituita nel 1981, Anno Internazionale delle Persone Disabili, per promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità , per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità  in ogni ambito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza.

Dal luglio del 1993, il 3 dicembre è diventato anche Giornata Europea delle Persone con Disabilità , come voluto dalla Commissione Europea, in accordo con le Nazioni Unite.

Secondo quanto riportato dalla “Convenzione sui diritti delle persone con disabilità “, il fine da perseguire dovrebbe essere quello di proteggere ed assicurare il godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà  fondamentali da parte delle persone con disabilità  senza discriminazioni di alcun tipo, promuovendo la loro effettiva partecipazione ed inclusione all’interno della società .

fonte www.csvrc.it

Condividi le Giornate Mondiali
Gen
31
Lun
Giornata mondiale per i malati di lebbra
Gen 31 giorno intero

Nel 1954, si celebrava la prima Giornata mondiale dedicata ai malati  di lebbra. L’aveva ideata Raoul Follereau, giornalista e scrittore francese, ma soprattutto instancabile apostolo dei lebbrosi e “ambasciatore dei poveri presso i poveri”. Fu infatti Follereau a risvegliare l’opinione pubblica internazionale sulla disumana condizione di milioni di malati del morbo di Hansen, ancora relegati nei ghetti dei lebbrosari nonostante esistessero già  cure efficaci e di basso costo. Fu lui, vero «vagabondo della carità », a visitare instancabilmente i lazzaretti in cui erano confinati i lebbrosi, abbracciandoli per dimostrare anche visivamente che la malattia non era così contagiosa e che poteva essere sconfitta. Fu lui a ideare clamorose iniziative, come la richiesta alle superpotenze Usa e Urss dell’equivalente di due bombardieri atomici per sconfiggere definitivamente la malattia, e a lanciare slogan contro la «lebbra peggiore di tutti»: l’egoismo, perché «La civiltà è amarsi. Nessuno ha il diritto di essere felice da solo». A lui si debbono in grandissima parte i risultati ottenuti nel secolo scorso nella lotta contro una malattia che era considerata più infamante della peste.
Raoul Follereau è morto nel 1977 ma la sua eredità  vive sotto la bandiera di numerose Fondazioni a lui ispirate, poiché i nuovi casi di lebbra sono tuttora 200.000 all’anno. La battaglia continua.

«Il tesoro che vi lascio, è il bene che io non ho fatto, che avrei voluto fare e che voi farete dopo di me» (Le trésor que je vous laisse, c’est le bien que je n’ai pas fait, que j’aurais voulu faire, et que vous ferez après moi).

fonte www.vaticanstate.va

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
4
Ven
Giornata mondiale per la lotta contro il cancro
Feb 4 giorno intero

La Giornata mondiale del cancro si celebra il 4 febbraio ed é promossa dall’Unione internazionale contro il cancro (Uicc) e sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La Giornata del World Cancer Day rappresenta un importante richiamo a riflettere su cosa ognuno può fare per combattere il cancro, dalle istituzioni agli esperti, dai pazienti ai cittadini, tutti fin dalla giovane età. È un invito a chiedersi come dobbiamo e possiamo sostenere la ricerca, come aiutare ed essere di aiuto a chi sta lottando, come informarsi in modo corretto e adottare stili di vita raccomandati.

I numeri del cancro

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro stima che un uomo su cinque e una donna su sei in tutto il mondo svilupperà il cancro nel corso della propria vita, con una mortalità di un caso su otto per gli uomini e di una caso su 11 nelle donne. Ciò equivale a circa 9,6 milioni di persone morte di cancro nel 2018.

Il costo economico totale del cancro è di 1,10 trilioni di dollari.

In Italia nel 2018, sono stati diagnosticati circa oltre 373 mila nuovi casi di tumore maligno.

Evitare di ammalarsi dipende anche da noi. Fondamentale per prevenire molti tipi di tumore è adottare stili di vita più salutari. Circa un terzo delle morti per cancro sono infatti dovute a cinque fattori di rischio, comportamentali e alimentari:

  • consumo di tabacco,
  • assunzione di bevande alcooliche,
  • alto indice di massa corporea,
  • ridotto consumo di frutta e verdura,
  • scarsa attività fisica.

Oggi la medicina permette inoltre di identificare molti tumori in una fase precoce, aumentando le possibilità di successo dei trattamenti. Per questo è fondamentale aderire ai programmi gratuiti di screening dei principali tipi di tumore, offerti dal Servizio sanitario nazionale.

fonte www.salute.gov.it/

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
6
Dom
Giornata mondiale contro l’infibulazione e le mutilazioni genitali femminili
Feb 6 giorno intero

Le mutilazioni genitali femminili (MGF), sono pratiche tradizionali che vengono eseguite principalmente in 28 paesi dell’Africa sub-sahariana, per motivi non terapeutici. Tali pratiche ledono fortemente la salute psichica e fisica di bambine e donne che ne sono sottoposte.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità  ha stimato che siano già  state sottoposte alla pratica 130 milioni di donne nel mondo, e che 3 milioni di bambine siano a rischio ogni anno. Il 6 febbraio si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale contro l’infibulazione e le mutilazioni genitali femminili.

L’Organizzazione mondiale della sanità  (OMS) ha classificato le mutilazioni in 4 tipi differenti, a seconda della gravità  degli effetti:

  1. Circoncisione (o infibulazione al-sunna): è l’asportazione della punta della clitoride, con fuoriuscita di sette gocce di sangue simboliche;
  2. Escissione del clitoride al-wasat: asportazione della clitoride e taglio totale o parziale delle piccole labbra;
  3. Infibulazione (o circoncisione faraonica o sudanese): asportazione della clitoride, delle piccole labbra, di parte delle grandi labbra vaginali con cauterizzazione, cui segue la cucitura della vulva, lasciando aperto solo un foro per permettere la fuoriuscita dell’urina e del sangue mestruale;
  4. Il quarto gruppo comprende una serie di interventi di varia natura sui genitali femminili.

Queste pratiche sono eseguite in età  differenti a seconda della tradizione: per esempio nel sud della Nigeria si praticano sulle neonate, in Somalia sulle bambine, in Uganda sulle adolescenti.
Tutte queste mutilazioni ledono gravemente sia la vita sessuale sia la salute delle donne, ed è a tutela di queste ultime che si adoperano i movimenti per l’emancipazione femminile, soprattutto in Africa.
Le mutilazioni genitali femminili hanno gravissime conseguenze sul piano psicofisico, sia immediate (con il rischio di emorragie a volte mortali, infezioni, shock), sia a lungo termine (cisti, difficoltà  nei rapporti sessuali, rischio di morte nel parto sia per la madre sia per il nascituro).

fonte Wikipedia

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
11
Ven
Giornata mondiale del malato
Feb 11 giorno intero

La Giornata mondiale del malato è un giorno di festa della Chiesa cattolica romana. Fu istituita il 13 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II. A partire dal 11 febbraio 1993, si celebra ogni anno la commemorazione della Madonna di Lourdes], per tutti i credenti cerca di essere “un momento speciale di preghiera e di condivisione, di offerta della sofferenza” [1]. A papa Giovanni Paolo II era stato diagnosticato la malattia di Parkinson già  nel 1991, la sua condizione di malato è stata divulgata solo più tardi, ed è significativo che abbia deciso di creare una Giornata mondiale del malato, un solo anno dopo la diagnosi[2]. Il papa aveva scritto molto sul tema della sofferenza e credeva che era molto più di un processo salvifica e redentrice per mezzo di Cristo, come ha indicato nella sua lettera apostolica Salvifici Doloris[3]. La festa di Lourdes è stata scelta perché molti pellegrini e visitatori a Lourdes hanno riferito di essere stati guariti per intercessione della Beata Vergine. Il pontefice era anche appassionato del santuario di Harissa (Libano). Nel 2005, la Giornata mondiale del malato ha avuto un significato speciale perché era l’anno Giovanni Paolo II è morto da una sepsi. Molte persone si erano radunate intorno a lui mentre stava morendo. Nel 2013 , papa Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni nel corso di questo giorno di festa, e ha citato la sua salute in declino come la ragione del suo gesto.

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
14
Lun
Giornata mondiale contro le cardiopatie congenite
Feb 14 giorno intero

Il 14 febbraio di ogni anno si celebra la Giornata mondiale delle cardiopatie congenite.
Le cardiopatie congenite sono malformazioni del cuore già  presenti nel bambino alla nascita. Ogni anno circa 8 bambini su 1000 nati vivi nascono affetti da cardiopatia congenita.
Le cardiopatie possono essere diverse per genere ed entità : alcune sono così gravi da mettere a rischio la vita e la salute dei bambini già  alla nascita o nella prima infanzia e quindi debbono essere trattate tempestivamente. Altre anomalie cardiache congenite sono meno gravi e non compromettono l’accrescimento dei bimbi.
Conoscere in anticipo quali siano i neonati a rischio permette alle strutture preposte di organizzare interventi tempestivi e programmati. Oggi, grazie allo sviluppo e al miglioramento di esami diagnostici, tecniche chirurgiche, anche le cardiopatie congenite considerate una volta gravi, hanno una prognosi migliore e le persone che ne sono affette riescono ad inserirsi nel mondo dello sport, del lavoro e degli affetti.

fonte www.aosp.bo.it

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
15
Mar
Giornata mondiale contro il cancro infantile
Feb 15 giorno intero

Si celebra in Italia nel mese di febbraio (convenzionalmente indichiamo il 15 febbraio) la Giornata mondiale contro il cancro infantile, indetta nel mondo da ICCCPO – International Confederation of Childhood Cancer Parent Organizations. In Italia le iniziative sono promosse dalla rete delle Associazioni di Genitori di bambini malati FIAGOP con la collaborazione dell’Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica AIEOP.

Ogni anno si ammalano di cancro in Italia circa 2100 bambini e adolescenti, da 0 a 18 anni, con un incremento annuo di nuovi casi valutato tra il 1,5 e il 2% (fonte AIEOP). Negli ultimi  anni si sono raggiunti buoni livelli di cura e di guarigione in alcune patologie: leucemie e linfomi, mentre rimangono ancora basse le possibilità  di guarigione per altre patologie come i tumori cerebrali, neuroblastomi e osteosarcomi. Questi risultati sono stati raggiunti attraverso l’applicazione di un approccio diagnostico e terapeutico basato su protocolli comuni migliorati di anno in anno attraverso la raccolta e l’analisi dei dati su scala nazionale con il sistema informatico messo a disposizione dei centri e dei soci AIEOP.

fonte: www.vita.it

Condividi le Giornate Mondiali
Feb
18
Ven
Giornata mondiale della Sindrome di Asperger
Feb 18 giorno intero

Nella ricorrenza della nascita di Hans Asperger, il 18 Febbraio, è stata indetta la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger.

Hans Asperger (Vienna, 18 febbraio 1906 – Vienna, 21 ottobre 1980) è stato un medico austriaco, pediatra. Nacque in una fattoria, appena fuori Vienna. Era il maggiore di due figli. In gioventù mostrò particolare talento per la letteratura e spesso citava Franz Grillparzer. Ebbe difficoltà a fare amcizia ed ebbe un´infanzia solitaria. Asperger studiò medicina a Vienna e pratico pressò l´ospedale universitario. Gli è stato conferito il dottorato nel 1931 e assunse la direzione del reparto di pedagogai infantile presso la clinica dei bambini dell´università di Vienna. Si sposò nel 1935 ed ebbe cinque figli.

Sebbene sia stata una neurologa russa a scrivere il primo resoconto del profilo di abilità che oggi chiamiamo Sindrome di Asperger, il nome è stato dato come tributo alle osservazioni dettagliate e perspicaci di Hans Asperger, che riconobbe anche che il profilo è parte di ciò che ora chiamiamo spettro dei disturbi autistici, piuttosto che della schizofrenia. Asperger ebbe un grande interesse sui bambini che vedeva in ospedale a Vienna, che sembravano avere un certo numero di caratteristiche in comune. Inizialmente, su una base di quattro casi, descrisse una serie di caratteristiche che richiedevano una categoria diagnostica specifica, ed in seguito diagnosticò circa cento bambini con (per usare i termini originali) “psicopatia autistica” (Hippler e Klicpera, 2003). Sebbene Hans Asperger usò l´espressione “psicopatia autistica”, una traduzione più accurata e moderna dell´obsoleta parola “psicopatia” nell´inglese corrente sarebbe “personalità”.

Una parte della sua personalità lo portava ad essere affascinato dal mondo naturale e dalle categorizzazioni dei fenomeni che osservava. Egli reputava che i bambini da lui visti avessero delle peculiarità non ben definite della personalità e dei disturbi particolari nell´interazione con gli altri, ma non esistevano descrizioni o diagnosi esistenti che potessero descrivere le loro caratteristiche.

Descrisse problemi nella comunicazione verbale e non verbale, con caratteristiche specifiche negli aspetti pragmatici del linguaggio, in particolare nelle abilità conversazionali; una prosodia inusuale nella parlata, che concerneva il tono, il volume ed il ritmo; la particolare pedantezza del linguaggio. Hans Asperger notò pure alterazioni importanti nella comunicazione e nel controllo delle emozioni, così come la tendenza a razionalizzare i sentimenti. Notò come l´empatia non fosse così matura come ci si potesse aspettare considerando le capacità intellettuali dei bambini. Descrisse inoltre un sotto- gruppo di bambini con la tendenza ad avere problemi di comportamento, ciò che costituiva una delle ragioni principali per le quali questi bambini gli venivano segnalati. La loro comprensione sociale era limitata, avevano difficoltà a farsi degli amici e la tendenza a sentirsi infastiditi. Si riscontrava pure una preoccupazione egocentrica per un interesse o una tematica specifica che dominava i loro pensieri, ed i bambini necessitavano, per compiti di autonomia, maggior assistenza di quanto ci si potesse aspettare. Hans Asperger osservò un´importante goffaggine nell´andatura e nella coordinazione ed un´estrema sensibilità di alcuni bambini a suoni o gusti particolari.

Asperger riteneva che queste caratteristiche potevano essere identificate in bambini fra i due ed i tre anni, anche se per altri bambini le stesse erano più evidenti alcuni anni dopo. Notò inoltre che alcuni genitori, in particolare i padri, sembravano condividere alcune caratteristiche della personalità con i loro figli. Scrisse che il quadro descritto fosse dovuto più a cause genetiche o neurologiche invece che a fattori psicologici o ambientali.

Rimarcò che alcuni bambini possedevano talenti specifici che potevano portarli ad avere un´occupazione lavorativa e che alcuni potevano sviluppare relazioni sociali durature.

Negli ultimi anni della seconda guerra mondiale servì come ufficiale medico in Croazia. Nel 1944, dopo la pubblicazione del suo saggio che diventò il punto di riferimento per la descrizione dei sintomi dell´autismo, trovò un posto di ruolo presso l´Università di Vienna. Poco dopo la fine della guerra divenne direttore di una clinica pediatrica nella città. Fu nominato presidente della pediatria presso l´Università di Vienna, incarico che mantenne per 20 anni. In seguito lavorò a Innsbruck. Diventò professore emerito nel 1977.

Asperger morì prima che il suo modello di comportamento divenisse ampiamente riconosciuto, poiché i suoi scritti erano in lingua tedesca e per cui poco tradotti. La prima persona ad usare il termine “sindrome di Asperger”, è stato la ricercatrice britannica Lorna Wing. Infine, dai primi anni 1990, le sue scoperte hanno iniziato a guadagnare l´attenzione del mondo scientifico, e oggi, la sindrome di Asperger è riconosciuto come una diagnosi in molti paesi del mondo.

fonte www.spazioasperger.it

Condividi le Giornate Mondiali