Giornata internazionale del leopardo delle nevi

Leopardo delle nevi
Quando:
23 Ottobre 2022 giorno intero
2022-10-23T00:00:00+02:00
2022-10-24T00:00:00+02:00

«È il conflitto tra la fauna selvatica e le comunità umane la principale causa del declino del leopardo delle nevi in tutto l’areale. Ogni anno vengono uccisi tra i 220 e i 450 leopardi delle nevi (quasi una media di uno al giorno) e il 55% di queste uccisioni è dovuto a ritorsioni per la predazione di questo felino sul bestiame. La maggior parte dell’areale del leopardo delle nevi, oggi ridotto dagli effetti del cambiamento climatico, è infatti abitata dalle comunità locali, che dipendono dall’allevamento». A ricordarlo il Wwf in occasione della Giornata mondiale del Leopardo delle nevi del 23 ottobre.

Leopardo delle nevi«Per secoli, popolazioni locali e leopardi delle nevi hanno vissuto in pace, come parte dello stesso ecosistema. Religione e convinzioni culturali hanno contribuito ad una armoniosa convivenza tra umani e grandi felini nei loro territori. Ma negli ultimi 40 anni il conflitto tra uomini e leopardi delle nevi ha avuto un’escalation che è arrivata a minacciare la sopravvivenza del fantasma delle montagne», ha detto Isabella Pratesi, direttore Conservazione Wwf Italia.

In 20 anni il numero di Leopardi delle nevi è diminuito del 20% e oggi ne restano in natura meno di 3.400, minacciati anche dal cambiamento climatico. La crescita delle temperature porta infatti una contrazione dell’habitat di questa specie, aumentando le occasioni di conflitto con l’uomo. I modelli climatici stimano che entro il 2070 solo il 35% dell’attuale areale di distribuzione di questi felini rimarrà stabile – ricorda il Wwf – l’habitat dei leopardi delle nevi diminuirà dell’8-23% e diventerà sempre più frammentato (Forrest et al., 2012; Li et al., 2016). C’è, poi, la pressione antropica: l’area di presenza del leopardo delle nevi vede un’intensa presenza dell’uomo, le cui principali attività di sostentamento sono la pastorizia e l’agro-pastoralismo. Difficile, infine, la ricerca sul campo. Secondo il rapporto del Wwf, più del 70% dell’areale del leopardo delle nevi, che si estende su 12 paesi, rimane ancora inesplorato. E appena il 14-19% è sottoposto a tutela.

 

fonte: La stampa

Condividi le Giornate Mondiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.