Giornata Mondiale della barriera corallina

Giornata mondiale della barriera corallina
Quando:
1 Giugno 2021 giorno intero
2021-06-01T00:00:00+02:00
2021-06-02T00:00:00+02:00

Il primo giugno si celebra la Giornata mondiale della barriera corallina, il World Reef Day, promossa per richiamare l’attenzione sulla delicata situazione ambientale dei nostri mari.

L’aumento della temperatura dei mari mette in pericolo i coralli che non riescono a sopravvivere, e nello stesso momento la barriera corallina che é casa di tantissimi pesci ed un ecosistema molto importante per la salute del pianeta. E’ importante partecipare e promuovere questi eventi per aumentare la consapevolezza del problema e proteggere l’ecosistema corallino in tutto il mondo.

Giornata mondiale della barriera corallina

Le barriere coralline

La maggior parte delle barriere coralline si è formata dopo l’ultimo periodo glaciale, quando lo scioglimento del ghiaccio ha causato l’innalzamento del livello del mare e l’allagamento delle piattaforme continentali. La maggior parte delle barriere coralline ha meno di 10.000 anni. Quando le comunità si sono stabilite, le barriere coralline sono cresciute verso l’alto, stimolando l’innalzamento del livello del mare. Le barriere coralline che si alzavano troppo lentamente potrebbero annegare, senza luce sufficiente. Le barriere coralline si trovano nel mare profondo lontano dalle piattaforme continentali, intorno alle isole oceaniche e agli atolli. La maggior parte di queste isole è di origine vulcanica. Altri hanno origini tettoniche in cui i movimenti delle placche hanno sollevato il fondo oceanico profondo.

In The Structure and Distribution of Coral Reefs, Charles Darwin espose la sua teoria sulla formazione delle barriere coralline, un’idea che concepì durante il viaggio del Beagle. Ha teorizzato che il sollevamento e il cedimento della crosta terrestre sotto gli oceani formassero gli atolli. Darwin ha stabilito una sequenza di tre fasi nella formazione dell’atollo. Una barriera corallina si forma intorno a un’isola vulcanica estinta mentre l’isola e il fondo dell’oceano si abbassano. Mentre la subsidenza continua, la barriera corallina diventa una barriera corallina e infine un atollo.

Darwin predisse che sotto ogni laguna ci sarebbe stata una base rocciosa, i resti del vulcano originale. Ricerche successive hanno supportato questa ipotesi. La teoria di Darwin derivava dalla sua comprensione che i polipi corallini prosperano ai tropici dove l’acqua è agitata, ma possono vivere solo entro un intervallo di profondità limitato, a partire appena sotto la bassa marea. Laddove il livello della terra sottostante lo consente, i coralli crescono intorno alla costa per formare barriere coralline e alla fine possono crescere fino a diventare una barriera corallina.

Una barriera corallina può impiegare diecimila anni per formarsi e un atollo può impiegare fino a 30 milioni di anni.

Condividi le Giornate Mondiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.