Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre): mira a combattere la fame globale

Dai un voto

Le giornate mondiali sono giornate di sensibilizzazione designate da organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, per promuovere consapevolezza e azione su questioni importanti di interesse globale.

Esistono molte giornate mondiali che coprono una vasta gamma di temi, dalle questioni di salute alla conservazione ambientale, dai diritti umani all’educazione e oltre. Ecco alcune delle giornate mondiali più note e celebrate: Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre) mira a combattere la fame globale e promuovere la sicurezza alimentare.

Di cosa si tratta?

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione, celebrata ogni anno il 16 ottobre, è una giornata internazionale di azione dedicata alla sensibilizzazione e alla lotta contro la fame, la malnutrizione e la povertà alimentare a livello globale. La data segna l’anniversario della fondazione dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO) nel 1945.

Obiettivi

L’obiettivo principale della Giornata Mondiale dell’Alimentazione è promuovere la consapevolezza del problema della fame nel mondo e incoraggiare azioni a livello globale, nazionale e locale per garantire la sicurezza alimentare e diete nutritive per tutti. La giornata mira anche a:
Stimolare una maggiore attenzione alle produzioni agricole in ogni paese.
Motivare la popolazione a livello mondiale a lottare contro la fame, la malnutrizione e la povertà alimentare.
Promuovere il trasferimento di tecnologie ai paesi in via di sviluppo.
Incoraggiare la cooperazione economica e tecnica tra paesi in via di sviluppo.
Promuovere la solidarietà nella lotta contro la fame, la malnutrizione e la povertà e attirare l’attenzione sulle realizzazioni nell’agricoltura e nello sviluppo alimentare.

Temi e Attività

Ogni anno, la Giornata Mondiale dell’Alimentazione si concentra su un tema specifico per affrontare le varie dimensioni della sicurezza alimentare e della nutrizione. I temi affrontati negli anni includono il cambiamento climatico, l’agricoltura sostenibile, la biodiversità, l’innovazione tecnologica e molto altro.
Le attività promosse durante questa giornata variano ampiamente e possono includere conferenze, workshop, eventi culturali, mostre e campagne sui social media. Gli eventi sono organizzati da governi, ONG, istituzioni educative, associazioni agricole e comunità locali. L’obiettivo è sensibilizzare e mobilitare risorse e impegno politico per ridurre la fame e migliorare l’accesso a cibo sano e nutritivo per tutti.

Importanza per la Salute

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione sottolinea l’importanza di un approccio olistico alla sicurezza alimentare, che include non solo l’accesso al cibo ma anche la qualità e la nutrizione degli alimenti disponibili. In un mondo dove quasi 690 milioni di persone soffrono ancora di fame cronica e molti altri vivono in condizioni di insicurezza alimentare a causa di conflitti, cambiamenti climatici e povertà, questa giornata serve come un promemoria critico che l’alimentazione è un diritto umano fondamentale e che l’eliminazione della fame richiede azioni coordinate e sostenute a tutti i livelli della società.
Nei paesi più ricchi invece la giornata è un monito costante a ridurre gli sprechi e magiare bene. All’ultimo aggiornamento disponibile fino ad aprile 2023, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che circa 650 milioni di adulti (18 anni e oltre) erano obesi a livello globale nel 2016. Se si considerano sia l’obesità sia il sovrappeso insieme, il numero sale a oltre 1,9 miliardi di adulti. Queste cifre evidenziano l’obesità come una crescente preoccupazione per la salute pubblica a livello mondiale, con un impatto significativo su vari aspetti della salute umana e sui sistemi sanitari.

Come riferiscono gli operatori di autoambulanza.it l’obesità e il sovrappeso sono fattori di rischio per numerose malattie non trasmissibili, tra cui malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, disturbi muscoloscheletrici come l’osteoartrite, e alcuni tipi di cancro. L’aumento dell’incidenza di obesità in molte parti del mondo è spesso attribuito a cambiamenti nel regime alimentare e nella riduzione dell’attività fisica, oltre a fattori genetici, ambientali e socio-economici.
Anche nel primo soccorso l’aumento di pazienti obesi ha reso necessario l’acquisto di strutture innovative che consentono lo spostamento di persone sovrappeso, le ambulanze bariatriche ad esempio consentono il trasporto di persone che pesano fino a 800kg. È importante notare che queste stime potrebbero essere cambiate negli ultimi anni, e l’attuale situazione potrebbe essere diversa a seconda delle tendenze recenti in termini di salute pubblica, politiche di intervento e cambiamenti nei comportamenti a livello globale.

Educazione Alimentare nelle scuole

L’introduzione di diete e una buona alimentazione nei bambini fin da piccoli è di fondamentale importanza per diversi motivi. Questa pratica non solo sostiene una crescita e uno sviluppo ottimali durante l’infanzia, ma pone anche le basi per una vita sana in età adulta.
Per questo ultimamente l’educazione alimentare sta acquisendo un ruolo sempre maggiore nelle scuole, fin dalla prima infanzia. L’accesso al cibo veloce e economico, sempre più facilitato dalla tecnologia tramite app di cibi da asporto o menu digitali alla portata di un click dallo smartphone, sta consentendo anche ai più piccini di scegliere da soli cosa ordinare.
Di seguito sono elencati alcuni dei principali benefici dell’incoraggiare abitudini alimentari sane fin dalla tenera età:

1. Sviluppo Fisico e Cognitivo

Una dieta equilibrata, ricca di nutrienti essenziali, è cruciale per lo sviluppo fisico e cognitivo dei bambini. Nutrienti come il ferro, l’acido folico, le vitamine A, C, D, E, le proteine e gli acidi grassi Omega-3 sono vitali per la crescita, lo sviluppo del cervello, la funzione cognitiva e il sistema immunitario.

2. Prevenzione dell’Obesità Infantile

Adottare abitudini alimentari sane fin dall’infanzia contribuisce a prevenire l’obesità infantile, una condizione che aumenta il rischio di sviluppare malattie croniche come il diabete di tipo 2, problemi cardiovascolari e alcune forme di cancro in età adulta.

3. Sviluppo di Abitudini Alimentari Sane

I bambini imparano per imitazione. Introdurre una varietà di cibi sani fin dalla tenera età aiuta a sviluppare preferenze alimentari che possono durare una vita intera. È più probabile che i bambini che sono esposti a una vasta gamma di alimenti sani scelgano di continuare a mangiare in modo salutare man mano che crescono.

4. Miglioramento delle Prestazioni Scolastiche

Ci sono evidenze che collegano una nutrizione adeguata a miglioramenti nelle prestazioni scolastiche. I bambini ben nutriti tendono ad avere una maggiore capacità di concentrazione, memoria migliore e sono meno soggetti a fatica e assenze scolastiche dovute a malattie.

5. Prevenzione di Malattie Future

Un’alimentazione sana contribuisce a prevenire lo sviluppo futuro di malattie croniche. Una dieta equilibrata che include frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre, e limita zuccheri aggiunti e grassi saturi, può ridurre il rischio di sviluppare condizioni come malattie cardiache, ictus, ipertensione, e certi tipi di cancro.

6. Promozione della Salute Emotiva e del Benessere

L’alimentazione influisce non solo sulla salute fisica ma anche su quella emotiva. I bambini che mangiano pasti regolari e bilanciati sono più propensi a mostrare migliori regolazioni emotive, meno problemi di comportamento e un migliore benessere generale.
Per questi motivi, è cruciale incoraggiare fin da piccoli una dieta varia ed equilibrata, insieme a un’educazione alimentare che includa la conoscenza degli alimenti e l’importanza di una nutrizione sana. Questo non solo aiuta i bambini a crescere sani e forti ma stabilisce anche le basi per abitudini di vita salutari che possono durare per tutta la vita.