Giornata Mondiale No Tobacco Day: Un Impegno Globale per la Salute

Date:

Share post:

5/5 - (1 vote)

Il 31 maggio il mondo intero si unirà per celebrare la “Giornata Mondiale senza Tabacco”, un evento annuale promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La giornata mondiale mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli del consumo di tabacco e sull’esposizione al fumo passivo. 

Questa giornata incoraggia le persone ad astenersi dal consumo di tabacco per almeno 24 ore, invitandole a smettere di fumare in modo definitivo. Inoltre, serve come occasione per fare il punto sulla diffusione del tabagismo nel mondo e per richiamare l’attenzione sugli effetti negativi del fumo sulla salute umana.L’OMS stima che circa sei milioni di persone muoiano ogni anno a causa del fumo. 

La giornata mondiale senza tabacco è stata indetta per la prima volta il 7 aprile 1988, in coincidenza con il 40º anniversario della fondazione dell’OMS. Da allora, ha ricevuto crescente attenzione da parte di governi, organizzazioni sanitarie e opinione pubblica.

Iniziative ed Eventi per il Tobacco Day 2024

Ogni anno diverse città in Italia e in tutto il mondo, ma anche associazioni come la LILT, ospitano eventi e campagne di sensibilizzazione. Queste iniziative mirano a educare il pubblico sui rischi del tabacco e a incoraggiare i fumatori a smettere. Se vuoi scoprire le iniziative del tuo paese ti consigliamo di visitare il sito comunale della tua città.

I Danni del Fumo e la battaglia annuale del No Tobacco Day

L’OMS riconosce il fumo come uno dei più gravi problemi di salute pubblica al mondo. Il tabagismo è la principale causa di morbosità e mortalità prevenibile, rappresentando una priorità per la salute pubblica. Malattie come il cancro ai polmoni, cardiovascolari e respiratorie croniche sono strettamente legate al consumo di tabacco. 

Proprio per questo, durante la Giornata Mondiale Senza Tabacco, si sottolinea l’importanza di ridurre il consumo per migliorare la qualità della vita e aumentare il numero di anni di vita in buona salute.

Il No Tobacco Day ricorda inoltre che il fumo non solo danneggia direttamente il fumatore, ma anche chi è esposto al fumo passivo. 

Smettere di Fumare per il No Tobacco Day: alcune alternative

Smettere di fumare è una sfida, ma per fortuna esistono molte strategie e risorse per aiutare i fumatori nel loro percorso. 

Se sei un fumatore o una persona vicina ad un tabagista, di seguito trovi alcune delle alternative più utilizzate per smettere di fumare. Il 31 maggio potrebbe essere il giorno ideale per iniziare questa sfida!

Sigarette Elettroniche

Le sigarette elettroniche sono una delle alternative più utilizzate negli ultimi anni per smettere di fumare, grazie alla possibilità di ridurre gradualmente la nicotina. 

Con una popolarità crescente, soprattutto tra le nuove generazioni, il settore delle e-cig ha sviluppato i dispositivi più disparati, dai riscaldatori di tabacco come IQOS alle sigarette puff usa e getta.

Per iniziare, si consiglia di provare le sigarette usa e getta che risultano meno costose e subito pronte all’uso, per poi passare a dispositivi ricaricabili qualora lo svapo risultasse una buona alternativa. Divenuti popolari nel 2023, questi dispositivi elettronici monouso replicano il tipo di tiro delle sigarette tradizionali. Inoltre offrono la possibilità di scegliere tra versioni con nicotina e senza nicotina. Se vuoi provare lo svapo, puoi trovare le usa e getta in tabaccheria oppure acquistare direttamente una sigaretta elettronica usa e getta online su Svapostore.net o in uno dei tanti shop online specializzati.

Terapie Sostitutive della Nicotina (NRT)

Le terapie sostitutive della nicotina (NRT) includono cerotti, gomme da masticare, pastiglie e spray nasali. Questi prodotti forniscono una dose controllata di nicotina per aiutare a ridurre gradualmente la dipendenza dal tabacco. Sono disponibili senza prescrizione medica e per molti anni sono stati i prodotti preferiti da chi voleva smettere di fumare. 

Ecco nel dettaglio alcuni delle NRT più conosciute:

  • I cerotti alla nicotina vengono applicati sulla pelle e rilasciano nicotina lentamente nel corpo, aiutando a mantenere costanti i livelli di nicotina nel sangue e riducendo i sintomi di astinenza. 
  • Le gomme da masticare e le pastiglie offrono una dose più rapida di nicotina, utile per controllare le voglie improvvise. 
  • Gli spray nasali, d’altra parte, forniscono un rapido sollievo dalla voglia di fumare attraverso l’assorbimento della nicotina attraverso le mucose nasali. 

Questi metodi sono spesso utilizzati in combinazione per massimizzare le possibilità di successo.

Supporto Psicologico e Programmi di Consulenza

Il supporto psicologico ed i programmi di consulenza possono essere fondamentali nel processo di cessazione del fumo. 

Questi programmi offrono un supporto emotivo e strategie pratiche per affrontare le sfide del smettere di fumare. Possono includere sessioni individuali, gruppi di supporto e terapie comportamentali. I programmi vengono erogati all’interno di cliniche specializzate, ospedali e organizzazioni per la cessazione del fumo. Se sei interessato a partecipare ad un programma di consulenza o supporto psicologico, consigliamo di visitare il sito della propria ASL per trovare il programma più vicino.

 

Che ne pensi di questo contenuto?

Grazie per il tuo feedback!

Articoli simili

Guida Completa al Web Marketing: Strategie, Strumenti e Best Practice

Il web marketing è diventato una componente essenziale per qualsiasi business che desidera prosperare nell'era digitale. Che tu...

Quando rivolgersi ad una agenzia SEO qualificata per ottimizzare il tuo sito web

In un mercato digitale sempre più competitivo, la visibilità online è cruciale per il successo di qualsiasi azienda....

Guida ai Quartieri per un Trasloco a Roma

Traslocare a Roma, la Città Eterna, è un'avventura emozionante e affascinante, tuttavia con così tanti quartieri ed aree...

Vivere in Alto Adige: aspetti da considerare prima di un trasferimento

Quali sono i fattori da considerare prima di trasferirsi e andare a vivere in Alto Adige? In questo...
Skip to content